Infestanti del Tappeto Erboso

Un’infestante si può definire come una pianta che cresce dove questa non è voluta, e quindi la sua presenza interrompe l’uniformità del tappeto erboso a causa di sostanziali differenze nelle caratteristiche con la specie coltivata:

  • Tessitura fogliare
  • Forma
  • Habitus di crescita
  • Colore

Infestanti Monocotiledoni (a foglia stretta)

Caratteri generali

Pianta annuale estiva a crescita prostrata che può svilupparsi in altezza (fino a 1 metro)

Propagazione

Seme: germina da metà primavera a tarda estate (T°min. suolo 12-14°C). Può propagarsi anche grazie ai culmi laterali in grado di emettere radice ed affrancarsi

Pianta matura

Foglie lineari con apici affusolati. In media 3-20 cm di lunghezza e 3-14 mm di larghezza. Presenza di peli sulle due pagine fogliari e sulle guaine. L’emissione dei culmi inizia dopo la quarta-quinta foglia. Si ha l’allungamento dei culmi nella tarda estate. La senescenza è riconoscibile per la decolorazione della pianta con un viraggio verso il rosso-marrone.

Apparato radicale

Profondo e fibroso. Ai nodi dei culmi laterali possono svilupparsi radici avventizie

Infiorescenze

Racemo; Le infiorescenze compaiono intorno a metà estate. Tipicamente consistono in 3-13 spighe racchiuse all’apice dello stelo fiorale. Ogni spighetta contiene un seme lungo circa 1-3 mm

Habitat

Ben adattata ai terreni poveri ed aridi. Ottima resistenza alle alte temperature dell’aria e del suolo. Mediamente resistente agli eccessi di Sali.

Distribuzione

Ubiquitaria. Predilige zone con estati molto calde.

Note

Si adatta bene ai tagli molto bassi. Predilige terreni ricchi di azoto, soleggiati e ben irrigati

Caratteri generali

Pianta annuale estiva, cespitosa a portamento eretto che raggiunge altezze fino 1,5 metri. Se tagliata bassa assume un portamento a rosetta bassa con palchi sovrapposti

Propagazione

Seme. Germina da inizio primavera a metà estate (T°min. suolo 13-15°C)

Pianta matura

Lamina fogliare lunga 10-20cm, larghe da 5 a 20 mm, prive di peli. Molto ben visibile la venatura centrale, carenata nella parte basale della foglia. Culmi compressi, lisci, talvolta con qualche pelo sporadico alla base

Apparato radicale

Superficiale, fibroso ed espanso. I culmi basali possono emettere radici

Infiorescenze

Fioritura da inizio a fine estate. L’infiorescenza è una pannocchia verde-rossa. Le spighette contengono un solo seme e possono avere una sottile setola apicale. Seme bruno (3mm) con cresta longitudinale.

Habitat

Predilige terreni irrigui, ricchi di elementi nutritivi

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

In seguito a taglio basso tende a scomparire. L’assenza di ligula la differenzia da altre specie simili

Caratteri generali

Pianta annuale estiva con cespo a rosetta che può svilupparsi verticalmente fino ad un’altezza di 60 cm. Il cuore del cespo e le guaine basali hanno un colore bianco caratteristico.

Propagazione

Seme: germina (T°min. suolo 15-18°C) più tardi rispetto alla Digitaria sanguinalis.

Pianta matura

Foglie dotate di ligula membranosa tagliata al centro. Lisce su entrambe le pagine, salvo qualche pelo sporadico nella regione del collare, con venatura centrale prominente. I culmi sovrapposti sono lisci e bianchi alla base.

Apparato radicale

Fibroso, espanso e superficiale. Non radica ai nodi.

Infiorescenze

I fiori sono prodotti a partire da metà estate fino a inizio autunno. L’infiorescenza è un racemo composta da 2-6 spighe racchiuse all’apice dello scapo fiorale. Le spighette si presentano appiattite e disposte in due linee. Contengono da 3 a 6 semi di colore marrone.

Habitat

Pianta molto tollerante come la Digitaria. Predilige suoli compattati ma ricchi di acqua, soleggiati o molto trafficai.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Si adatta bene ai tagli molto bassi.

Caratteri generali

Pianta annuale estiva con portamento eretto e con infiorescenza caratteristica (coda di volpe)

Propagazione

Seme: germinazione dei semi dalla primavera a metà estate

Pianta matura

Prefogliazione arrotolata, foglie prive di auricole e con ligula dotata di peli. Le lamine hanno una lunghezza media di 4-8 cm per circa 3-5 mm di larghezza. Pagina superiore della foglia con lunghi peli nella parte basale, la pagina inferiore è glabra.

Apparato radicale

Robusto e fibroso. I germogli basali possono produrre radici.

Infiorescenze

Fiorisce a metà dell’estate. Infiorescenza a spiga (coda di volpe) lunga fino a 15 cm e larga 1 cm. Spighette lunghe circa 3 mm. I semi sono lunghi circa 2-3 mm

Habitat

Si adatta bene a tutti i tipi di terreno, con o senza drenaggio. Predilige terreni ricchi di nutrienti.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Predilige ambienti aperti e luminosi

ALTRE SPECIE DI SETARIA:

  • Setaria viridis – Pabbio comune – Green foxtail
  • Setaria faberi– Pabbio giapponese – Giant foxtail

Specie

Infiorescenza

 

Setaria glauca – Pabbio rossastro – Yellow foxtail

Infiorescenza di medie dimensioni con setole più corte. 5 o più setole gialle sotto ogni spighetta. Infiorescenza rossastra a maturazione

Setaria viridis –Pabbio comune – Green foxtail

Infiorescenza di piccole dimensioni, di colore verde e con setole molto lunghe.

Setaria faberi – Pabbio giapponese – Giant foxtail

Infiorescenza di grandi dimensioni e pendule.

Caratteri generali

Pianta annuale invernale. Portamento cespitoso. Colore verde chiaro simile a Poa trivialis. Notevole produzione di infiorescenza di colore verde chiaro.

Propagazione

Seme: germinazione dei semi durante tutto l’anno, ma principalmente a fine estate e autunno (T° suolo > 15°C).

Pianta matura

Prefogliazione arrotolata, foglie prive di auricole e con una ligula lunga membranosa. Le lamine hanno una lunghezza media di 2-3 cm per circa 1 mm di larghezza, carenate, con punta a forma di prua.

Apparato radicale

Fibrose e superficiali.

Infiorescenze

Abbondanti e prodotte costantemente dalla primavera all’autunno. Si tratta di pannocchie lunghe 3 cm. Le spighette producono 2-6 fiori. Semi dormienti a elevata longevità. Produzione dei fiori che dura per 14-18 giorni.

Habitat

Ben adattata ai climi freschi, umidi e ricchi di sostanze nutritive. Predilige terreni ben dotati di fosforo (fioritura). Non sopporta condizioni di caldo secco e umido.

·       Massima crescita – 15,5-21°C

·       Massima crescita radicale – 15,5-21 °C (nel suolo)

·       Resistenza al caldo – fino a 29-35°C

·       Minima crescita – 10°C

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Si adatta molto bene al taglio basso, può produrre infiorescenze anche ad altezze di taglio di 4 mm.

I culmi fiorali sono destinati a morire, in quanto non sono più in grado di produrre primordi fiorali e sono sostituiti con nuovi culmi da gemme laterali o semi.

A questo fenomeno è legata una riduzione dello sviluppo radicale

Caratteri generali

Pianta perenne cespitosa a portamento strisciante e si propaga anche tramite parti vegetative. Rispetto alla sub. Annua ha un cespo più serrato e meglio adattato al taglio basso. Si adatta molto bene al taglio basso, può produrre infiorescenze anche ad altezze di taglio di 4 mm.

Propagazione

Seme: germinazione dei semi durante tutto l’anno, ma principalmente a fine estate e autunno (T° suolo > 15°C).

Pianta matura

Prefogliazione arrotolata, foglie prive di auricole e con una ligula lunga membranosa. Le lamine hanno una lunghezza media di 2-3 cm per circa 1 mm di larghezza, carenate, con punta a forma di prua. Foglie più coriacee e strette della annua.

Apparato radicale

Fibrose e superficiali.

Infiorescenze

Pannocchia più compatta della sub. annua. Produce meno seme e questo è a bassa longevità e non entra in dormienza.

Habitat

Ben adattata ai climi freschi, umidi e ricchi di sostanze nutritive. Predilige terreni irrigui ben dotati di fosforo (fioritura). Non sopporta condizioni di caldo secco e umido.

·       Massima crescita – 15,5-21°C

·       Massima crescita radicale – 15,5-21 °C (nel suolo)

·       Resistenza al caldo – fino a 29-35°C

·       Minima crescita – 10°C

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

I culmi fiorali sono destinati a morire, in quanto non sono più in grado di produrre primordi fiorali e sono sostituiti con nuovi culmi da gemme laterali o semi.

A questo fenomeno è legata una riduzione dello sviluppo radicale

Caratteri generali

Pianta perenne cespitosa. Il culmo presenta peli alla base, portamento risalente o eretto (50-150 cm) a partire dalle porzioni inferiori distese. Possiede rizomi corti e robusti che aumentano il diametro della pianta e servono per stoccare i carboidrati. Questa riserva di carboidrati rende il controllo molto difficile.

Propagazione

Seme: germinazione dei semi in primavera.

Pianta matura

Prefogliazione arrotolata (convoluta), foglie prive di auricole e con una ligula lunga 2-4 mm con pochi peli alla base. Le lamine hanno una lunghezza media di 10-25 cm per circa 4-12 mm di larghezza, glabro, pochi peli isolati alla base.

Apparato radicale

Fibrose e profonde (fino a 1 m)

Infiorescenze

Racemo. Da 6 a 8 grappoli simili a spighe, lunghe fino a 20 cm, pendenti. Spighette ovoidali da 3 a 3,5 cm di lunghezza e 2-2,5 mm di larghezza con lunghi peli bianchi sul bordo. Peli corti sulle rimanenti superfici. Produzione infiorescenze da maggio a ottobre

Habitat

Ben adattata ai terreni poveri ed aridi. Ottima resistenza alle alte temperature dell’aria e del suolo.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera molto bene i tagli bassi.

Infestanti foglie strette rizomatose con bulbi

Caratteri generali

Pianta perenne rizomatosa. Il culmo presenta una sezione trasversale triangolare, portamento eretto (40-50 cm). Questa pianta può sembrare una infestante a foglia stretta (graminacee), ma appartiene alla famiglia delle Cyperaceae. L’identificazione è molto importante perché la gestione di questa malerba è diversa da quello di una infestante a foglia stretta.

Propagazione

Principalmente da tuberi ma anche da rizomi. La germinazione (T°=15-18 °C) dei tuberi avviene in primavera, qualche settimana dopo la Digitaria sanguinalis.

Pianta matura

Il Cyperus può essere riconosciuto dalla sezione triangolare del culmo semplicemente facendo roteare il culmo fra le dita. Le foglie sono di colore verde chiaro, giallastro, con una punta lunga e affusolata, nervatura centrale prominente ed un aspetto lucido. Non presenta peli sulle foglie.

Apparato radicale

Fibrose ed espanse.

Infiorescenze

Colere giallo. Da 6 a 8 grappoli rassomiglianti a spighe, lunghi da 5 a 20 cm, pendenti. Spighette ovoidali, da 3 a 3,5 cm, su 2 – 2,5 mm con lunghi peli bianchi e molli sul bordo; peli corti sulle rimanenti superfici.

Habitat

Ben adattata ai terreni poveri ed aridi. Ottima resistenza alle alte temperature dell’aria e del suolo.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera molto bene i tagli bassi. Predilige terreni sabbiosi.

ALTRE SPECIE DI CYPERUS:

  • Cyperus rotundus – Zigolo infestante o Quadrella – Purple nutsedge

Il colore delle foglie è verde scuro mentre quello delle infiorescenze è rosso scuro.

Infestanti Dicotiledoni (a foglia larga)

Caratteri generali

Pianta perenne, con foglie a rosetta basale e fiori gialli.

Propagazione

Per seme che germina dalla tarda primavera a inizio autunno, con picco di germinazione a inizio estate. La propagazione può avvenire anche tramite i germogli laterali.

Pianta matura

La pianta rimane strutturata intorno alla rosetta basale. L’unico culmo verticale è quello fiorale. Le foglie hanno una lunghezza da 5-20 cm, tipicamente dentate con apice del dente verso la base della foglia.

Apparato radicale

Grosso fittone

Infiorescenze

La fioritura avviene a maggio a giugno, ma si può prolungare fino ad autunno. Fiori ermafroditi gialli solitari di 3-5 cm di diametro (capolino). Il capolino è formato da due file di brattee membranose, piegate all’indietro e con funzione di calice, racchiudenti il ricettacolo, sul quale sono inseriti centinaia di fiorellini, detti flosculi.

Habitat

Cresce spontaneamente in zone incolte o poco gestite. Infesta maggiormente i tappeti erbosi nelle zone marginali. Si adatta bene a tutti i tipi di terreni e di esposizioni. Predilige terreni sciolti.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera i tagli bassi.

Caratteri generali

Pianta perenne, portamento prostrato, foglie a rosetta basale con fiori bianco-gialli.

Propagazione

Per seme che germina in primavera (≃20°C) o tramite piccoli rizomi.

Pianta matura

La pianta matura rimane strutturata intorno alla rosetta basale. L’unico stelo verticale è dove si trova il fiore. Le foglie sono lunghe da 1,5-7 cm e larghe 0,3-3.

Apparato radicale

Radici fibrose. Presenza di corti rizomi.

Infiorescenze

Fiori presenti da marzo a ottobre. L’infiorescenza è un capolino sul quale si ineriscono due tipi di fiori: i fiori esterni (ligulati), disposti in un’unica circonferenza sono femminili e di colore bianco. I fiori interni (tubulosi) sono ermafroditi e di colore bianco.

Habitat

Predilige top soil freschi, umidi, pesanti e fertili.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Riesce a sopravvivere e a fiorire anche con tagli bassi fino a 2 cm a causa del portamento prostrato. Può essere piuttosto vistoso in primavera al momento del picco della fioritura. Può colonizzare grandi aree in poco tempo.

Caratteri generali

Pianta perenne, portamento strisciante con fiori a forma di stella di colore bianco.

Propagazione

Per seme che germina ad inizio primavera e a tarda estate.

Pianta matura

La pianta ha un portamento prostrato, ramificata e di colore verde chiaro. Le foglie sono ellittiche, opposte lunghe circa 2 cm ed appuntite. Si ha la presenza di piccoli peli sui piccioli

Apparato radicale

Le radici sono fibrose e superficiali. I fusti possono emettere radici avventizie grazie alle quali la pianta si propaga molto velocemente.

Infiorescenze

Fiori bianchi presenti da marzo a ottobre, con una lunghezza di circa 2-3 cm e una larghezza di 2-5 mm. Sono presenti 5 petali e 5 sepali  che appaiono divisi in due. La fioritura avviene generalmente da aprile a giugno. Il frutto è una capsula contenente molti semi.

Habitat

Predilige top soil freschi, umidi, pesanti e fertili.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera bene il taglio basso.

  • Plantago major – Piantaggine maggiore – Broadleaf plantain
  • Plantago lanceolata– Piantaggine lancinola – Buckhorn plantain
  • Plantago media – Piantaggine pelosa – Hoary plantain

Caratteri generali

Pianta perenne, portamento erbaceo, con gemme svernanti al livello del suolo e foglie disposte a formare una rosetta basale.

Propagazione

Per seme che germina da tarda primavera a metà estate

Pianta matura

Foglie disposte a rosetta basale con disposizione spiralata o alternata e spesso sono persistenti per tutto l’anno, di forma ellittica e di dimensione medio-grande (soprattutto in Plantago major), lunghe da 3 a 20 cm e larghe da 2 a 10 cm, con picciolo ben definito e segnato da una nervatura centrale.

Apparato radicale

Fittone fibroso

Infiorescenze

Le infiorescenze sono delle spighe composte da fiori riuniti in gran numero; i fiori sono sessili, piccoli e ridotti in ogni elemento. Raramente sono presenti dei fiori singoli. Ogni spiga è sorretta da uno scapo in genere robusto ed eretto. La produzione avviene da inizio a fine estate.

Habitat

Il genere Plantago è molto rustico, colonizzano praticamente qualsiasi habitat

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Si adatta abbastanza bene al taglio basso

Caratteri generali

Pianta annuale

Propagazione

Per seme: germina in primavera, inizio estate e soprattutto autunno. Può propagarsi anche per stoloni.

Pianta matura

Culmi prostrati radicanti, lunghi da 5 a 50 cm. Le foglie sono opposte di dimensioni contenute, 2-3 mm di lunghezza, pelose, ovali e dentate ai margini.

Apparato radicale

Le radici sono fibrose e superficiali.

Infiorescenze

Le infiorescenze, prodotte in primavera-estate, sono dei racemi terminali e lunghissimi con 10 – 30 fiori. Il fiore è ermafrodita di colore blu-viola con striature scure e biancastre verso il centro.  Il frutto è una capsula compressa lateralmente che contiene da 2 a 250 semi.

Habitat

Predilige top soil sciolti, aridi, anche in zone ombreggiate

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera bene il taglio basso.

Caratteri generali

Pianta perenne stolonifera, portamento strisciante

Propagazione

Per seme: germina in primavera, inizio estate e soprattutto autunno. Può propagarsi anche per stoloni.

Pianta matura

Culmi prostrati radicanti, difficilmente supera i 30 cm di altezza. La sua caratteristica di avere fusti striscianti gli permette di moltiplicarsi per via vegetativa, da cui il suo comportamento da pianta perenne. Le foglie sono trifogliate con margini leggermente dentati. Picciolo lungo (fino a 8 cm).

Apparato radicale

Radici profonde e prodotte anche a livello dei nodi. Le radici vivono in simbiosi con batteri azotofissatori (rizobi), ciò comporta un arricchimento di N nel suolo.

Infiorescenze

Le infiorescenze sono capolini di colore solitamente bianche, solitarie, globose, composte da 30-60 fiori singoli. Dopo la fioritura, che avviene da aprile a ottobre, i fiori diventano penduli e bruni. Il frutto è un legume.

Habitat

Predilige suoli molto pesanti. Le aree con forti infestazioni mostrano un contenuto di N al di sotto dei livelli adeguati.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera bene il taglio basso.

Caratteri generali

Pianta annuale estiva, portamento strisciante. Al momento del taglio emette un essudato bianco

Propagazione

Per seme: germina da inizio a fine estate. Può propagarsi anche per stoloni.

Pianta matura

Le foglie sono opposte, oblunghe di colore verde chiaro pelose, spesso con una chiazza scura sulla pagina superiore. Forma un cuscino strisciante formato da culmi stoloniferi.

Apparato radicale

Fittone superficiale.

Infiorescenze

Presenti durante l’estate. Formati da più elementi maschili (Androceo: stami + antere) e da un solo elemento femminile (Gineceo: Ovario + stilo + stigma) aggregati in un involucro. Il frutto è una capsula trilobata.

Habitat

Predilige suoli sciolti ma si adatta bene anche in zone molto compattate. Le aree con forti infestazioni mostrano un contenuto di N al di sotto dei livelli adeguati.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera bene il taglio basso.

Caratteri generali

Pianta annuale estiva, portamento eretto-ascendente. Pianta “apetala” in quanto prive di corolla. Al momento del taglio emette un essudato bianco

Propagazione

Per seme: germina in primavera.

Pianta matura

Le foglie sono intere, picciolate e hanno una forma spatolato-lanceolata con disposizione alterna lungo il fusto. Hanno una lunghezza di 5-9 cm e una larghezza di 2,5-5 cm

Apparato radicale

Fittonante.

Infiorescenze

La forma è quella di una spiga discontinua di glomeruli globosi. Ogni glomerulo contiene diversi fiori (da 5 a 10 o più) globosi e verdastri. Lunghezza infiorescenze da 2-20 cm mentre dei glomeruli 3-5 cm.

Habitat

Predilige suoli con pH neutro, fertile e umido

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Non resiste al taglio basso, diventa un problema nelle aree marginali e di nuovo impianto

Caratteri generali

Pianta perenne rizomatosa, portamento strisciante rampicante. Specie che si moltiplica rapidamente per via vegetativa, con rigetti sotterranei e gemme avventizie.

Propagazione

Geofita rizomatosa, cioè pianta con un rizoma sotterraneo che ogni anno emette radici e fusti.

Pianta matura

Ha foglie spiralate, da lineari a cuoriformi, lunghe 2-5 cm , larghe 2-3 cm.

Apparato radicale

Fittonante.

Infiorescenze

L’infiorescenza è composta da fiori raggruppati all’ascella delle foglie; generalmente questi gruppi vanno da 2 a 5 fiori e si trovano da metà fusto fino al termine di rami. Dimensione dei fiori: 1,8 – 5,5 mm di colore bianco.

Habitat

Predilige suoli con pH neutro, argillosi e ricchi di elementi fito-nutritivi.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Ottima resistenza alla siccità, inoltre i semi, posso rimanere vitali per più di 20 anni. Le radici sono molto invasive ed hanno la capacità di penetrare tessuti, plastica e altri materiali.

Caratteri generali

Pianta annuale estiva a portamento prostrato, con fusti striscianti a livello del terreno.

Propagazione

Seme: germina in primavera. Generalmente, è una delle prime infestanti annuali a germinare

Pianta matura

Questa è una specie polimorfica nella forma delle foglie. Le foglie del fusto principale sono disposte in modo alterno, la forma è oblanceolato – spatolata o anche lanceolato. Le foglie dei rami laterali sono di dimensioni progressivamente minori ed hanno una forma più decisamente lineare – ellittica; l’apice è acuto. Dimensione massima delle foglie maggiori: larghezza quasi 2 cm; lunghezza 4 cm

Apparato radicale

Fittonante ma con radici laterali molto fini, in grado di penetrare nei terreni molto compattati.

Infiorescenze

I fiori, portati all’ascella delle foglie mediane, hanno calice e corolla entrambi campanulati: il calice, erbaceo, di 4–5 mm, la corolla da 1 a 2,5 cm di diametro, di colore bianco o rosa pallido, con cinque strisce radiali di un rosa leggermente più scuro. Il fiore ha antere violacee e stimma bianco con due lobi divergenti. Fiorisce da aprile a ottobre. Il frutto è una capsula sferica glabra.

Habitat

Predilige suoli poco fertili.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera il taglio basso e si adatta bene a terreni compattati e con ristagni idrici. Dopo la germinazione, le piantine appena nate possono essere facilmente scambiate con specie da tappeto erboso nelle prime fasi di sviluppo.

Caratteri generali

Pianta annuale estiva a portamento prostrato, con fusti striscianti a livello del terreno.

Propagazione

Seme: germina in primavera.

Pianta matura

I fusti sono prostrato-striscianti con una lunghezza di circa 10-40 cm, carnosi, ramificati, lisci, cavi e spesso rossastri.

Le foglie sono di colore verde chiaro, sono carnose, alterne, spatolate con apice tronco, ovali, glabre, lunghe sino a 3 cm.

Apparato radicale

Fittonante.

Infiorescenze

I fiorsono piccoli e per nulla appariscenti, gialli, all’ascella delle foglie, con 5 petali, si aprono per poche ore durante il mattino, solamente quando c’è il sole, sono solitari o riuniti in gruppetti di 2÷5.
Il frutto è una capsula, compresso-fusiforme, membranosa, contenente molti semi.

Habitat

Predilige suoli fertili, argillosi.

Distribuzione

Ubiquitaria

Note

Tollera il taglio basso. Difficilmente colonizza un tappeto erboso maturo e denso.  Diventa un problema nelle aree marginali e di nuovo impianto.